PENA RIDOTTA A PROF GAY CHE VIOLENTAVA ALLIEVI

Condividi!

LA LOBBY E’ POTENTE – Pena ridotta in appello per Fabrizio Pellegrino, l’insegnante gay delle scuole medie di Costigliole Saluzzo, nel Cuneese, ed ex presidente dell’associazione culturale Marcovaldo di Caraglio (Cuneo) condannato per avere avuto rapporti sessuali con alcuni allievi.

La Corte d’appello di Torino lo ha condannato a nove anni e cinque mesi, quasi due in meno degli undici e quattro mesi che gli erano stati inflitti in primo grado. Pellegrino era accusato di violenza sessuale, prostituzione minorile e pedopornografia.

Nel leggere le 200 pagine di sentenza, è difficile che un brivido non percorra la schiena, per il modo in cui l’ex professore, che tra l’altro è stato anche condannato all’interdizione perpetua dall’insegnamento, trattava i ragazzi che portava nella sua cascina, ma soprattutto per le pratiche sessuali che lui stesso metteva in atto o pretendeva venissero fatte dai ragazzini che erano cascati nella sua rete. Nella stessa sentenza è riportato che il racconto fatto da una delle vittime ai carabinieri di Saluzzo e che ha dato il via alle indagini, “è al limite dell’incredibile”.




Lascia un commento