Ucciso altro cantante ‘The Voice’, Alejandro ‘Jano’ Fuentes

Condividi!

Un cantante, Alejandro ‘Jano’ Fuentes, apparso nella versione messicana di ‘The Voice’ nel 2011 è morto a Chicago dopo essere stato raggiunto da tre colpi d’arma da fuoco in un agguato, mentre festeggiava il suo compleanno con gli amici.

L’ufficio del medico legale della contea di Cook ha confermato che il quarantacinquenne Alejandro ‘Jano’ Fuentes è morto ieri dopo essere stato colpito alla testa nel sudovest di Chicago.

Chicago è la città più violenta degli Usa. Il numero degli omicidi è in aumento del 62%: dall’inizio dell’anno 216 persone sono state uccise e le sparatorie sono salite del 60%. La città del presidente americano Barack Obama e del sindaco Rahm Emauel è fra le più violente d’America.

Le cause dell’aumento della violenza sono facili da individuare. Dopo le violenze per le morti di criminali neri uccisi dalla polizia, gli agenti si sono ‘ritirati’ dalle zone afro, e ora gli afro si ammazzano allegramente tra loro: effetto collaterale di BLM.

C’è da dire che Chicago ha la reputazione di avere norme delle armi stringenti, il che dimostra come il problema non siano le armi in sé, ma chi le possiede: i criminali non hanno problemi a procurarsele, sono i cittadini normali che devono potersele procurare legalmente. Per difendersi.

Chicago è la seconda città americana per numero di neri/negri/afroamericani

L’omicidio di Fuentes arriva a meno di una settimana da quello di Christina Grimmie, apparsa nella versione statunitense dello show e uccisa dopo una performance a Orlando in Florida mentre firmava autografi.




Lascia un commento