Musulmani vogliono circoncisione islamica in ospedali pubblici

Condividi!

Per quella vicenda sono finite in manette tre persone, il ‘medico’ improvvisato che ha effettuato l’operazione per 100 euro (un saldatore) e i due che hanno fatto da intermediari con la famiglia.

“Non so perché mi sono fidato di quello lì. Con quello che ha fatto a mio figlio mi verrebbe da denunciarlo” dice ora il padre del secondo bimbo circonciso. L’uomo in realtà rischia di incorrere egli stesso in responsabilità penali, proprio in quanto genitore della vittima.

VERIFICA LA NOTIZIA
E ora, la ‘comunità’ marocchina vuole che siano i contribuenti piemontesi a farsi carico delle loro bizzarre usanze. Hanno quindi alla Regione Piemonte di intervenire con Hassan El Batal, presidente dell’associazione Afaq, che gestisce la moschea della Pace (!) in corso Giulio Cesare.




Lascia un commento