Scopre la figlia con un profugo, reazione da padre

Condividi!

NIMIS (Udine) – L’obiettivo del governo è proprio questo, piazzare giovani maschi islamici in hotel e sperare nella disadattata di turno che metta in pratica l’accoglienza.

Momenti di grande concitazione nel primo pomeriggio di ieri in pieno centro a Nimis, il paese che ospita – in una struttura alberghiera – un gruppo di finti profughi.

Un 45enne del posto ha avuto un ‘acceso confronto’ con un fancazzista iracheno di 33 anni, e lo ha colpito con diversi pugni.

In piazza anche un’ambulanza del 118 che ha poi trasportato il cosiddetto profugo in ospedale per accertamenti: è stato trovato per terra, vicino ai posteggi.

La lite è nata dopo che l’uomo, un 45enne, ha scoperto che la figlia ventenne, da qualche tempo avrebbe una ‘relazione’ col richiedente asilo islamico.

La cosa ha ovviamente deluso l’uomo e il 45enne ha deciso di affrontare il profugo, per avvisarlo che sua figlia non era a sua disposizione con il pacchetto accoglienza di Renzi e Alfano.




Lascia un commento