Consigliere SEL minaccia querele contro amici Buonanno!

Condividi!

Leggete cosa scrive il giornale Milano Today sul caso del sellino che ha festeggiato la morte di Buonanno:

Dopo il commento ironico (“Chi di Pedemontana ferisce, di Pedemontana perisce”) sulla morte del leghista Buonanno e le polemiche scaturite nelle ore successive, arriva una chiusura da parte del consigliere comunale di Sel Alberto Amariti.

Così il consigliere che risponde agli attacchi dei militanti leghisti: «In queste ore ho toccato con mano la violenta sottocultura che contraddistingue i militanti della Lega Nord».

Poi scende nel dettaglio: «Il consigliere comunale Ghilardi e il consigliere regionale Colla dovrebbero vergognarsi per aver fomentato un clima di odio e di violenza, per il momento solo verbale, nei miei confronti, indegno di quello che loro chiamano confronto politico. Dovrebbero entrambi prendere le distanze dalle numerose minacce di morte rivoltemi a seguito delle loro dichiarazioni. Dubito che lo faranno».

Infine si toglie un sassolino dalla scarpa: «Chiedo inoltre le scuse ufficiali del consigliere Colla per avermi pubblicamente insultato chiamandomi “sedicente avvocato”. Non vorrei trovarmi costretto a ricorrere alle vie legali per vedere tutelata la mia persona e la mia professionalità».

Sulla richiesta di dimissioni chiarisce: «Le mie dimissioni, ovviamente, non sono un’ipotesi da prendere neppure in considerazione».

Non solo il presunto avvocato ha festeggiato la morte di un uomo, ma ora minaccia anche – lui! – di querelare chi lo ha definito ‘sedicente avvocato’. Siamo al rovesciamento della realtà. E lo fanno perché sanno chi siede sui seggioloni dei giudici.

E su MT: speriamo che l’infelice termine ‘ironico’ sia dettato da povera padronanza della lingua italiana, e non sia voluto. Non c’è nulla di ironico in quella frase.

Buonanno è morto, Sel esulta


.




Lascia un commento