I carnefici del popolo a Lampedusa per festeggiare l’invasione

Condividi!

Oscena marchetta politica a Lampedusa. Il presidente abusivo della Repubblica Sergio Mattarella è sull’isola dove ha visitato la demenziale struttura denominata ‘Porta d’Europa’.

Lo scafista in capo Mattarella si è fermato per alcuni istanti davanti alla ‘scultura’ che simboleggia anche fisicamente il Piano Kalergi in esecuzione: la porta d’accesso simbolico all’Europa.

Il capo dello Stato ha inaugurato, a spese dei contribuenti, un’altra demenziale struttura, il ‘Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo’. E’ stato accolto, in stile coreano, da centinaia di bambini con palloncini tricolori.

Non poteva mancare lo sfruttamento dei bambini, nel quale i carnefici del popolo italiano sono maestre. E così ecco Favour, la l’africana di nove mesi giunta a Lampedusa che, secondo Mattarella, è “necessariamente italiana”.

Come se essere africana fosse un’offesa. C’è un che di colonialista in questo volersi appropriare dei bambini degli altri. Una sorta di razzismo di chi si sente superiore.

Guardateli i nullafacenti, i mantenuti dalle tasse del popolo
Guardateli i nullafacenti, i mantenuti dalle tasse del popolo

Quello che dispiace è che Mattarella è troppo vecchio per potere, il giorno che verrà, essere portato davanti ad un tribunale.




Lascia un commento