Maestro obbliga bambini a scrivere letterine ai clandestini

Condividi!

L’unico termine adatto a descrivere questa iniziativa è: DISGUSTOSO

“Speriamo che i grandi la smettano di farvi male e che l’Europa vi accolga”. E’ una delle letterine fatte scrivere dal loro maestrino dalla penna penna rossa, ai bambini di una scuola elementare ai loro coetanei dell’accampamento di clandestini islamici di Idomeni, in Grecia (FOTO).

L’iniziativa, ovviamente, non è dei bambini, ma di un maestro, tal Claudio Gorreri, che per mesi ha fatto ai agli alunni di due classi terze della scuola elementare di Pegognaga, nel Mantovano, il lavaggio del cervello. Raccontando falsità, e dipingendo i clandestini come profughi.

Per spiegare loro quanto sta accadendo ha letto non solo i giornali di regime, ma ha anche realizzato un video. Quindi ha ‘invitato’ i bambini a scrivere lettere e poesie. “Nella speranza – ha detto il maestro – che le loro parole volino lontano”. E noi paghiamo questi dipendenti pubblici per indottrinare i bambini.




Lascia un commento