Imam: “Fotografare è peccato” – VIDEO

Condividi!

Un imam saudita di primo piano ha dichiarato che le fotografie in generale, con gatti e altri animali in particolare, sono vietate. Durante una trasmissione televisiva, lo sceicco Saleh Bin Fawzan Al-Fazwan, membro del Consiglio saudita degli studiosi islamici, alla domanda sulla “nuova tendenza di scattare foto con i gatti si sta diffondendo tra le persone che vogliono essere come gli occidentali”, ha risposto:

“Cosa ?! Cosa vuoi dire le immagini con i gatti? Fotografarli è vietato. I gatti non si fotografano”.
Lo sceicco ha proseguito: “Fotografare se non per una necessità è vietato. Non con i gatti, e non con i cani, non con i lupi, non con qualsiasi cosa.”

Il video della trasmissione televisiva è stato pubblicato su YouTube il 17 aprile e tradotto dal Middle East Media Research Institute, MEMRI.
L’Islam è iconoclasta. Non troverete immagini nelle moschee. Per questo distruggono le statue.




2 pensieri su “Imam: “Fotografare è peccato” – VIDEO”

  1. Imam: “Fotografare è vietato” – VIDEO?!?
    ——————————————————–
    Fare questo rientra nella politica degli imama alla conquista dell’occidente impedire in qualsiasi modo un occidentalizzazione soprattutto delle donneislamiche è vitale per la non corruzione della loro fede basata sul terrore della spada che in qualche modo controlla ogni singolo passo della loro fede cosi succede che alle poverette prima gli viene imposta la castrazione degli organi sessuali da Bambine poi in età odolescenziale si continua con il burqa e se tuto questo non dovesse bastare specialmente nei paesi occidentali come la Gran bretagna sucirca 3 milioni di islamici si decapitano circa 6000 donne OGNI ANNO per il loro ravvedimento e come estremo sacrificioo al loro Dio ALLAH.
    CHI NON CREDE A QUANTO SCRITTO

  2. Imam: “Fotografare è vietato” – VIDEO?!?
    Ve le ricordate quelle tre ragazze islamiche italiane decapitate e seppellite nel giardino di casa con la testa sopra il busto con sguardo diretto verso la mecca per il loro ravvedimento al divino Allah?
    Oltre quei tre casi usciti fuori per una denuncia del fidanzato Italiano, nessuno ha provato a fare una statistica di quello che fanno gli islamici alle loro figlie in tutta Italia.
    Fare questo rientra nella politica degli imam alla conquista dell’occidente impedire in qualsiasi modo un occidentalizzazione soprattutto delle donne islamiche è vitale per la evitare la corruzione della loro fede basata sul terrore della spada che in qualche modo controlla ogni singolo passo della loro fede, cosi succede che alle poverette la dove ancora esiste, prima gli viene imposta la castrazione degli organi sessuali da Bambine poi in età Adolescenziale si continua con il burqa e la segregazione casalinga, se tutto questo non dovesse bastare specialmente nei paesi occidentali come la Gran Bretagna dove al contrario dell’Italia hanno provato a fare chiarezza sugli omicidi famigliari, succede che con una popolazione di soli circa 3 milioni di islamici, gli arabi decapitano circa 6000 donne OGNI ANNO per il loro ravvedimento e come estremo sacrificio al loro Dio ALLAH.
    CHI NON CREDE A QUANTO SCRITTO potrebbe ascoltare molto attentamente questo link Youtube non è una persona qualsiasi a parlarne:

    https://www.youtube.com/watch?v=yLw6Pb9Er9Q
    Gesù cristo L’agnello di Dio sui monti del suo ritorno la dove dimorano le Aquile
    http://2.bp.blogspot.com/_m7PAWeQyak4/S9NfVaJX2yI/AAAAAAAABHc/GJiRN5XakPw/s1600/il+primo+sacrificio+per+il+mondo+degli+uomini+A1.jpg

    http://1.bp.blogspot.com/-aSjjPIhkWs4/TpHSjHx9goI/AAAAAAAABew/RRjJrIGf-BE/s1600/%2528fucino%2529%2BL%2527agnello%2Bdi%2BDio%2Ba%2Bridosso%2Bdel%2BDrago%2B1.jpg

Lascia un commento