Alfano: “Espulso 1 Marocchino”, e raccattati 6.000 islamici

Condividi!

Un marocchino di 47 anni, che era detenuto nella Casa circondariale di Pisa per reati legati allo spaccio di stupefacenti, è stato espulso dall’Italia per motivi di sicurezza nazionale. Lo fa sapere il ministro dell’Interno, Angelino Alfano.

“Grazie a un’attenta attività di osservazione – spiega Alfano – era stato segnalato come persona a rischio di radicalizzazione e, a riprova di questo, erano stati successivamente rilevati scambi epistolari con un connazionale vicino all’ideologia di Is e impegnato in una costante attività di proselitismo tra i compagni di detenzione”.

Salgono così a 90 le espulsioni dal 2015 a oggi, 24 dall’inizio di quest’anno. Peccato che in 48 ore ne abbiano già raccattati 6.000: patetici e criminali.

“Continua – aggiunge il ministro – l’intensa attività di prevenzione per abbassare il più possibile il livello di rischio nel nostro Paese, nella consapevolezza, comunque, che nessun Paese, oggi, e’ a rischio zero”. Con te, siamo a rischio 6 mila.




Lascia un commento