ISIS: LAPIDATO RAGAZZINO ACCUSATO DI ESSERE GAY

Condividi!

I sostenitori dello Stato islamico (Is) hanno lapidato un ragazzo di 16 anni ad al-Mayadin, città siriana nella provincia di Deir Ezzor perché accusato di essere omosessuale. Lo hanno riferito gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani.

Secondo gli attivisti, il giovane è stato lapidato davanti a decine di persone. Non è la prima volta che l’Is esegue condanne a morte nei confronti di omosessuali. Di solito lanciano i ‘colpevoli’ dal tetto di un palazzo, sia in Siria che in Iraq. E poi li finiscono a colpi di pietre.




Lascia un commento