Ragazza stuprata a Colonia: “Indagini vergognose”

Vox
Condividi!

Una vittima adolescente degli attacchi di Capodanno a Colonia ha definito uno ‘scandalo’ il fallimento delle autorità tedesche di arrestare gli stupratori che hanno molestato oltre 1.000 donne.

La studentessa, che è stata aggredita innumerevoli volte nel corso di cinque diversi attacchi da parte di uomini arabi, è ora una delle tante giovani donne tedesche che prendono lezioni di autodifesa per proteggersi contro le ‘avances’ sessuali indesiderate.

Dilara, 17 anni, e la sua migliore amica, avevano preso il treno per la stazione centrale di Colonia per vivere i tradizionali festeggiamenti di Capodanno.
Ma in pochi minuti le due sono state molestate, aggredite e quasi stuprate nel disinteresse dei passanti – tra cui agenti di polizia.

“Siamo state attaccate cinque volte e nessuno si fermava per aiutarci. Questi uomini arabi mi hanno toccato e mi hanno fatto male. Hanno cercato di stuprare la mia migliore amica. E’ stato terrificante.

“Ho detto a un poliziotto quello che era successo, ma ha detto che non valeva la pena di fare una denuncia perché non conoscevo gli aggressori”.

Vox

“E’ uno scandalo che la polizia non abbia catturato quasi nessuno degli immigrati che hanno fatto questo”.

Dilara e la sua migliore amica, che ha chiesto di non essere nominata, sono state lasciate traumatizzate dalle molteplici aggressioni sessuali sofferte e sono ora troppo terrorizzate per uscire da sole.

Lei ora fa corsi di autodifesa: “Ero vicino alla cattedrale un paio di settimane fa e questo ragazzo arabo mi ha afferrata cercando di tirarmi verso di lui.
Ma mi sono ricordata quello che avevo imparato al corso di autodifesa e gli ho dato un pugno forte nelle costole.
Ha cercato di colpirmi di nuovo così ho messo la mia mano dietro il collo e gli ho dato una ginocchiata”.

Incredibile che, a Colonia, dopo quello che è successo, gli immigrati ancora abbiano la sensazione di impunità così alta, da molestare una ragazza in pieno centro.

“Ora posso proteggermi”.