Bitonci: “Non celebrerò matrimoni gay”

Condividi!

Si allarga la rivolta contro i finti matrimoni imposti dall’abusivo e dalla sua maggioranza illegale: “Da sindaco mi riserverò il diritto di obiettare e non celebrerò mai matrimoni fra persone dello stesso sesso. Ho il dovere di servire i cittadini e di promuovere la crescita della comunità padovana, ma non mi sento obbligato ad assecondare le scelte di Renzi che, differentemente da me, non è stato eletto”. Così il sindaco di Padova, Massimo Bitonci (Lega), commenta il voto sulle cosiddette unioni civili.

“Credo che il matrimonio fra eterosessuali, come sacramento per i cristiani e come contratto per chi cristiano non è – aggiunge -, abbia una funzione sociale che va tutelata. E lo Stato ha il dovere di sostenere e promuovere la cultura della famiglia e l’esclusività del matrimonio fra coppie eterosessuali. Senza questa cultura e senza il matrimonio, esso stesso non avrebbe alcun futuro, anche dal punto di vista demografico”.




Lascia un commento