Ex dipendenti denunciano: “Facebook censura notizie siti non di sinistra”

Vox
Condividi!

Facebook regolarmente censura le notizie dei siti non allineati al pensiero progressista (che potremmo definire di ‘sinistra’) dalla sezione news del social network. Lo ha ammesso un ex dipendente della società che ha lavorato al progetto.

La gola profonda ha parlato al giornale Gizmodo , e ha detto che i curatori della sezione impediscono di continuo a notizie rilevanti diffuse da siti americani come Breitbart (o come Vox in Italia) di apparire nella sezione ‘notizie’, anche se sono tra le più condivise dagli utenti del sito.
Questo è altamente rilevante perché impedisce che vengano visualizzate da una platea più ampia di quella che ad esempio visita la pagina Facebook di un giornale come Vox (tra l’altro ora eliminata da Facebook): in sintesi, è una censura.

Vox

Diversi ex “curatori News” di Facebook, come venivano chiamati internamente, hanno confermato a Gizmodo che sono stati istruiti ad artificialmente “iniettare” notizie nella sezione, anche se non erano abbastanza popolari da giustificarne l’inclusione, o in alcuni casi non erano affatto nel trend.

Sintesi: Zuckerberg vi fa vedere le notizie che vuole. Per questo è importante visitare direttamente i siti di notizie senza farsi ‘imboccare’ da questo personaggio.

A proposito, vi siete ricordati di protestare contro Facebook per la censura della pagina di Vox?