Deputato anti-Le Pen denunciato per violenze sessuali: “Ti sodomizzo”

Condividi!

Dal PN:

Un deputato dei Verdi francesi, già vicepresidente dell’Assemblea nazionale, è finito nei guai per una storia dio molestie sessuali. Si tratta di Denis Baupin, esponente storico della sinistra francese e capofila del nuovo “fronte repubblicano” contro il Front national.

Il deputato è accusato da otto donne (Sandrine Rousseau, Isabelle Attard, Elen Debost, Annie Lahmer e altre quattro rimaste anonime) di aver inviato centinaia di messaggi inequivocabili a sue collaboratrici, malgrado il loro rifiuto di avere con lui rapporti che non fossero di lavoro, ma anche di veri e propri casi di aggressioni sessuali.

Si tratta di fatti ripetuti e che si collocherebbero in un arco di tempo che va dal 1998 al 2014. Oggi Baupin si è dimesso dalla vicepresidenza dell’Assemblée nationale, pur rigettando tutte le accuse, definite “menzognere e diffamatorie”.

Tra le accusatrici c’è Sandrine Rousseau, portavoce del partito, che ha raccontato un’aggressione avvenuta nell’ottobre del 2011, durante una riunione del partito: “Durante una pausa, ha detto, Denis Baupin mi ha messo contro il muro tenendomi per il seno e ha cercato di baciarmi. Io l’ho respinto violentemente”.

Nel 2011, la giovane militante del partito ecologista, Elen Debost, ha iniziato a ricevere moltissimi sms dal contenuto sessuale. Si trattava di messaggi molto espliciti: “Sono in treno e ho voglia di sodomizzarti”, “Adoro le situazioni di dominazione, tu devi essere una dominatrice formidabile”, “Ho voglia di vedere il tuo culo”. E così via. Se alcune di queste molestie riguardano delle colleghe, altre sarebbero state commesse su ragazze sulle quali l’uomo aveva un’autorità gerarchica, cosa che aggraverebbe la sua posizione.




Lascia un commento