Parte il Tg dei Rom: pagano i contribuenti

Condividi!

È arrivato il momento del debutto per la marchetta del Tg Rom, il primo telegiornale italiano realizzato, a spese degli italiani, da giovani zingari, nell’ambito del Bando Giovani 2015 della Compagnia di San Paolo, in collaborazione con i giornalisti del quotidiano Nuovasocietà e con il patrocinio della Regione Piemonte.

Sintesi: i soldi li hanno dati i contribuenti piemontesi e i correntisti di Banca Intesa. Per farsi dire quanto sono bravi gli zingari.

E’ il primo esperimento del genere in Italia, sulla scorta di esperienze già attive all’estero, in paesi notoriamente moderni come Romania, Serbia e Macedonia.

Non mostrerà queste immagini:

Non so se comprendete l’enormità della cosa: istituzioni di tutti, come la Regione del firmaiolo Chiamparino, e banche, che finanziano dei nullafacenti perché facciano propaganda raccontando bizzarre tesi su quanto sono bravi gli zingari dei campi nomadi abusivi.




Lascia un commento