Rissa ArciGay Vs. Anpi sul partigiano Jenny

Condividi!

Arcigay, polemica con Anpi: “Riveli i nomi degli omosessuali che hanno partecipato alla Resistenza”
Ucciso a 28 anni dai partigiani della Brigata Garibaldi con la scusa di essere una spia nazista, ma in realtà perché gay. Ora, in occasione del 25 aprile, il presidente dell’Arcigay, Flavio Romani, chiede che l’Anpi si scusi per l’assassinio di Elio Marcuzzo.

Ospite al programma “KlausCondicio” di Klaus Davi, in onda su Youtube, il leader dell’associazione gay ha precisato di non voler fare alcuna polemica sulla Resistenza, “che resta assolutamente un momento fondamentale della democrazia italiana. Il punto è che è stato assassinato un uomo dai partigiani per la sua omosessualità e che va riabilitata la sua memoria infangata dalla mistificazione. Già il grandissimo Pietro Ingrao ebbe modo di scusarsi con i familiari di Marcuzzo, l’Anpi non l’ha mai fatto. E’ venuto il momento e lo chiediamo a gran voce”.




Lascia un commento