La sai l’ultima? “Profugo in fuga dal terremoto con l’aereo”

Condividi!

Non scappano solo dalle guerre. Ci sono anche i terremoti, la disperazione, l’obbligo di costruirsi un futuro quando il presente è finito sotto la polvere delle macerie. Ashok Bohara ha 17 anni.

BOLZANO – Vale la pena farsi raccontare da lui il viaggio che, in un anno, lo ha portato fino a qui. «Per diversi giorni ho cercato un volo a basso costo per Istanbul. Da lì ho seguito il percorso che fanno molti migranti». Quello che noi chiamiamo la “Rotta dei Balcani” e che per i profughi è una strada in cui ogni singolo passo è vissuto come una conquista. «Mi sono imbarcato su una nave per la Grecia e da lì mi sono incamminato verso il confine con la Macedonia».

Già, vale proprio la pena.

Nei giorni scorsi ha partecipato a un incontro sulla legalità organizzato da Volontarius con l’avvocato Vittorio Papa al centro giovanile Corto Circuito di Bolzano.

Sono talmente ottusi i giornalisti e i volontarius, da non rendersi nemmeno conto dell’enormità delle cose che scrivono. Per loro è normale che qualcuno fugga da presunti ‘terremoti’ con volo low-cost per Istanbul.

Questo sedicente minorenne – l’avvocato di Volontarius ha tutto l’interesse a credere che lo sia – ci costa ogni giorno circa 80 euro. Paghetta compresa. Soldi rubati ai vostri figli.

Qui se volete ‘salutare’ il giornalista che ha scritto l’articolo: http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/trento/cronaca/2016/04/24/news/in-fuga-dal-terremoto-sono-arrivato-a-bolzano-1.13358854




Lascia un commento