Vu cumprà kamikaze su spiagge italiane: Polizia Senegal conferma

Condividi!

In ambienti di intelligence si valuta come “destituita di fondamento” la notizia riportata dal giornale Bild su possibili attentati pianificati sulle spiagge italiane. Le stesse fonti italiane sottolineano di non aver inviato alcuna informazione in merito alla possibilità che islamici travestiti da ambulanti possano farsi esplodere.

La copertina della Bild online © Ansa

Allarme terrorismo sulle spiagge europee, in particolare in Italia e Spagna: lo scrive la tedesca Bild, che cita i servizi segreti italiani che hanno contattato quelli tedeschi. “Terrorismo pianificato sulle nostre spiagge!”, scrive il giornale in apertura. Secondo gli esperti della sicurezza, “travestiti da venditori ambulanti” gli islamisti potrebbero farsi esplodere sulle spiagge europee.

ISIS daesh threat terror holidays spain france italy jihadi targets

Obiettivi concreti degli attentatori sarebbero le spiagge di Italia, Spagna e Francia del sud. Le informazioni a riguardo arriverebbero dall’Africa. I terroristi sarebbero pronti a usare armi e esplosivo fra lettini e ombrelloni, scrive ancora Bild. Un alto funzionario della sicurezza tedesca afferma: “Potrebbe darsi che in questo modo l’Isis concepisca una nuova dimensione di terrore. Le spiagge non possono essere protette”.

In realtà, la notizia Vox ve l’ha data una settimana fa, e l’allarme arriva direttamente dalla Polizia del Senegal:
Isis vuole colpire le spiagge italiane. E vuole farlo utilizzando vu cumprà-kamikaze. L’allarme non è lanciato da un giornale scandalistico, ma dal capitano della polizia senegalese Seck Pouye: “Gli jihadisti si addestrano a pochi chilometri da alcuni resort. È qui, a due passi dal nostro albergo che i terroristi preparano i loro piani di battaglia”.

“Vogliono colpire le spiagge italiane, francesi e spagnole. Sfrutteranno alcuni ambulanti radicalizzati. Gente insospettabile che fa la spola tra l’Italia e il Senegal, apparentemente per lavoro. Tutte persone con documenti e visti regolari”.

E portare armi passando dall’aeroporto di Dakar, non è poi un’impresa. Per evitare il passaggio dei bagagli sul nastro trasportatore del metal detector è sufficiente pagare 8 euro al funzionario di turno.




Lascia un commento