Siracusa: ondata clandestini con Tubercolosi e Scabbia

Condividi!

SIRACUSA – Un clandestino somalo, affetto da tubercolosi, è stato ricoverato all’ospedale «Umberto I». Il caso è stato registrato nei giorni scorsi nella struttura sanitaria di via Testaferrata, dove il migrante, trentenne, è stato portato dopo l’arrivo al porto di Augusta, durante uno sbarco.

I medici del Pronto soccorso hanno avviato subito le procedure di assistenza necessarie, per fare tutti gli accertamenti e le analisi a spese dei contribuenti italiani. L’immigrato è stato poi trasferito nell’unità di Malattie infettive dove è stato messo in isolamento per essere trattato e assistito dal personale sanitario come avviene nei casi di tubercolosi. Una patologia, quindi, che sembrava debellata ma che ritorna grazie a Renzi e ai suoi galoppini.

Nell’unità di emergenza è stato assistito anche un altro paziente per sospetta tubercolosi, ma gli accertamenti avviati avrebbero dato esito negativo. Con l’aumento del numero degli sbarchi al Pronto soccorso della struttura cittadina sono arrivati anche molti migranti affetti da scabbia.




Lascia un commento