Italiano disoccupato si impicca a pochi metri da hotel dei profughi (4 stelle) – FOTO



Condividi!

MASSAFRA (TARANTO) – Un uomo di 47 anni, disoccupato, ieri si è ucciso impiccandosi nella sua abitazione di Massafra (in affitto) dopo aver ricevuto la telefonata dell’ufficiale giudiziario che gli annunciava la notifica dello sfratto per morosità. L’inquilino ha lasciato le chiavi dietro la porta per consentire a chiunque di aprire, poi è andato nella stanza da letto e si è impiccato.

Sono stati proprio l’ufficiale giudiziario e l’avvocato del proprietario dell’immobile a scoprire il cadavere. La notizia del suicidio e delle sue motivazioni è stata diffusa dal capogruppo Pd al locale consiglio comunale, Vito Miccolis, secondo il quale vicende “così dolorose ci spingono ancora di più ad avere maggiore attenzione verso le persone in difficoltà come coloro che perdono la casa. La politica tutta deve riflettere”.

Ma se a Taranto, il tuo capo scarica quasi quotidianamente centinaia di giovani maschi africani, ai quali trova, immediatamente, vitto e alloggio? Nonché paghetta e schede telefoniche.

VERIFICA LA NOTIZIA

E sapete, cosa accade a Massafra, a pochi metri dalla casa dove l’italiano disoccupato si è impiccato? Accade che decine di finti profughi africani vivano all’hotel Bizantino, 4 stelle.

Lascia un commento