Pisa: residenza per disabili destinata ai finti profughi (rendono di più)

Condividi!

“Nel 2013 Filippeschi insieme alla società della Salute inaugurò la residenza di Piaggerta per i bisogni dei diversamente abili. Un milione e centomila euro di investimento per ristrutturare la bellissima struttura immersa nel Parco di San Rossore e destinata al turismo sociale convenzionato per soggetti portatori di handicap.

Quella struttura i disabili non l’hanno mai vista. Da quando è stata inaugurata i profughi alloggiano a San Rossore, e proprio lunedì sono stati ricevuti in prefettura per lamentarsi del cibo scadente, dell’isolamento del posto e dei troppi cervi e cinghiali che scorrazzano nel parco. Vorrebbero forse che fossero abbattuti tutti gli animali del parco che vi abitano legittimamente, per rendere loro più gradevole la permanenza?

Io credo che qualcuno debba vergognarsi. In primis il sindaco Filippeschi che tagliando il nastro tre anni fa illuse molte famiglie di portatori di handicap che avrebbero voluto trascorrere lì le proprie vacanze e che invece sono dovuti rimanere a casa perché la residenza è stata destinata a persone che hanno truffato loro e i cittadini italiani. Persone che dichiararono di scappare dalla guerra a cui invece è stata respinta nella quasi totalità la richiesta di asilo politico. La maggior parte dei sedicenti profughi sono solo clandestini. Solidarietà ai disabili e alle loro famiglie. Per loro e per i tanti cittadini italiani in difficoltà, continueremo a dire che quest’accoglienza è sbagliata perché arricchisce pochi e impoverisce i molti che sono costretti a pagarla”.




Lascia un commento