Vescovo indagato per molestie omosessuali: molto attivo in accoglienza profughi

Condividi!

Il vescovo della diocesi Cassino-Sora è indagato per presunte molestie omosessuali ai danni di 8 seminaristi.
L’alto prelato, noto nell’ambiente per la sua ‘vicinanza’ ai migranti e la sua strenua partecipazione nella politica di accoglienza diffusa dei cosiddetti profughi, avrebbe ricevuto nei giorni scorsi l’avviso di chiusura indagini: il pm ha chiesto il rinvio a giudizio.

L’inchiesta è nata a dicembre scorso a seguito della lettera di un giovane seminarista, che raccontava delle molestie omosessuali subite da lui e da altri 7 ragazzi maggiorenni, ad opera del vescovo.




Lascia un commento