Uomini e Uomini: quando il trash non ha limiti

Condividi!

Può il trash diventare ancora più trash? La risposta è si, e arriva dalla regina incontrastata della televisione spazzatura, Maria De Filippi.

“Ho in mente da tempo di voler fare il trono gay – ha dichiarato Maria De Filippi a Chi -. Non cerco lo scandalo, ma la normalità di un amore vissuto nella sua piena quotidianità. Anche a C’è posta per te abbiamo trattato storie con ragazzi dello stesso sesso che si amano e ho visto che il pubblico ha apprezzato la ‘normalità’ dell’argomento”.

Ma attenzione a derubricare l’argomento a pura fenomenologia del ridicolo, ‘Maria’ entra, come la sua alter ego americana Oprah, nella testa di molte persone. L’obiettivo è ‘normalizzare’ l’argomento, come si lascia sfuggire. Del resto, le televisioni di Berlusconi sono state, fin dall’inizio, insieme ad un innegabile veicolo di libertà, anche un pericoloso spacciatore di entropia. Ha fatto più Berlusconi a favore del ‘progressismo’ di tutti i vari leader politici della sinistra.

Tornando a U&D, che presto potrebbe varare anche un cambio nel nome in un più ‘corretto’ persone e persone, perché fermarsi alle ‘coppie’ omo? E la poligamia? E poi basta con quegli obsoleti limiti di età e di specie. L’entropia non ha un confine, è come il nulla del film la ‘storia infinita’: si mangerà tutto.




Lascia un commento