Residenti contro Casa di riposo trasformata in centro profughi

Condividi!

“Attualmente non c’è alcun progetto che coinvolge la struttura di Villa Serena per ospitare i migranti. Le esperienze sulla città di Bari ci dimostrano, comunque, che è possibile una convinenza pacifica tra gruppi di origini diversi”: l’assessore comunale ai Servizi Sociali, Francesca Bottalico, interviene, fingendo di smentire, sulla questione della casa di riposo, dopo la mobilitazione dei residenti della zona di strada Carducci, tra Carrassi e Poggiofranco, contrari alla sciagurata ipotesi che diventi un hotel per profughi. Due giorni fa gli abitanti hanno depositato in Prefettura 315 firme raccolte per chiedere l’accesso agli atti e chiedere lumi su un’eventuale progetto.

Nella petizione, inoltre, i firmatari vorrebbero anche sapere se esiste anche un campo nomadi nella zona di via Lucarelli. La Prefettura potrà rispondere alle domande entro 30 giorni: “Chiedo – ha affermato il consigliere comunale Filippo melchiorre (Fratelli d’Italia) agli organi competenti di dare una risposta esaustiva sull’argomento”.




Lascia un commento