Israele a UE: “Basta accogliere Islamici”

Condividi!

Alcuni parlamentari israeliani hanno commentato gli attentati avvenuti questa mattina a Bruxelles, sottolineando che la principale responsabilita’ di questa situazione va ricercata nell’ormai fallito modello di integrazione europea. Secondo quanto riferisce il quotidiano israeliano ”Jerusalem Post”, il deputato del Likud – principale partito di governo – Nava Boder, ha dichiarato che la principale responsabile degli attacchi odierni e’ la politica ”conciliante” nei confronti della crescita proprio all’interno del paese di cellule estremiste islamiche.

”Piuttosto che puntare il dito contro l’Islam radicale come la prima causa degli attentati di oggi, il ministro dell’Interno belga Jan Jambon ha preferito sottolineare che occorre fare di piu’ per aiutare i giovani musulmani a sentirsi a casa”. Il deputato israeliano ha sottolineato che di fronte a questa situazione ”il Belgio deve chiudere i confini immediatamente, ed espellere dal paese gli istigatori di violenza e bloccare l’immigrazione musulmana”. Boker ha inoltre aggiunto che Bruxelles e cosi’ i paesi della Ue ”farebbero meglio ad occuparsi della minaccia terroristica interna”, invece di appoggiare iniziative di ”etichettatura” contro Israele.




Lascia un commento