PD, firme false anche a Bologna: consigliere ‘patteggia’

Condividi!

Pasquale Caviano, consigliere comunale del Pd, ex IDV, ha patteggiato una pena di sei mesi: è accusato di aver validato le firme per una lista del Centro Democratico, in appoggio all’attuale Presidente Stefano Bonaccini, alle ultime elezioni regionali delle Emilia-Romagna.
Gli “autografi” sono invece risultati falsi, erano state sentite diverse persone presenti il lista che avevano disconosciuto la propria firma. Era stato l’ufficio elettorale e segnalare il fatto alla Procura di Bologna che aveva chiesto il rinvio a giudizio.




Lascia un commento