Clandestini danno fuoco a centro per non essere espulsi

Condividi!

Incendio, nella notte, all’interno del Centro di identificazione ed espulsione (Cie) di Bari al quartiere San Paolo a ridosso della cittadella della Guardia di Finanza. I clandestini hanno ridato fuoco ad alcuni materassi di un modulo che li ospita.

Le fiamme si sono propagate ad alcune suppellettili rendendo inagibile quell’area del dormitorio. Fanno così, per rendere inagibili i pochi centri di espulsione sopravvissuti all’avvento di Renzi e così non essere espulsi.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. All’arrivo degli uomini del 115 i migranti erano stati già trasferiti in un’area non compromessa da fumo e fiamme. Non si segnalano feriti o intossicati. Purtroppo.
Un episodio analogo a quello verificatosi il 24 febbraio scorso; anche in quella occasione all’interno del Cie ‘presero fuoco’ due materassi.




Lascia un commento