Parisi è peggio di Pisapia: “Siamo tutti migranti”

Condividi!

Milano – Evitare di alimentare la paura dei cittadini nei confronti dei migranti, come “fa qualcuno della coalizione”. Stefano Parisi, candidato del sedicente centrodestra a Milano per la poltrona di sindaco, parla di immigrazione, mandando messaggi chiari anche alla sua parte politica. “Noi non dobbiamo vivere generando ansie come una parte di questa coalizione fa – ha detto dal palco dell’incontro Milano liberale riformista – noi siamo quelli che danno delle soluzioni perchè siamo dei riformisti e dei moderati. Le soluzioni ovviamente sono molto drastiche”.

“Noi – ha ricordato – siamo un popolo di migranti, siamo andati in tutti i Paesi del mondo e ci siamo sempre integrati accettando le regole dei Paesi in cui andavamo a vivere”. Anche a questo inutile personaggio va fatta la lezione di cosa differenzia un continente vergine come l’America rispetto ad uno già maturo come l’Europa? Una lezione sull’immigrazione di genti che condividono la stessa cultura e civilizzazione europea rispetto a immigrati attuali che invece mettono un sacco nero in testa alle donne e le mutilano sessualmente?

E affrontando il tema attiguo della sicurezza ha detto: “E’importante ma va gestito in modo moderno non è più soltanto un tema di presidio di territorio ma soprattutto di tecnologie e di intelligenza delle tecnologie”.




2 pensieri su “Parisi è peggio di Pisapia: “Siamo tutti migranti””

Lascia un commento