Comune regala oggetti smarriti ai profughi: “E’ per favorire integrazione”

Vox
Condividi!

fact_iconAPPIANO – L’idea è bizzarra. Stiamo parlando della delibera adottata dalla giunta comunale di Appiano, che su proposta dell’assessora alle attività sociali (dei clandestini), la tetesca Monika Hofer Larcher, ha deciso di destinare tutti gli oggetti smarriti ritrovati dalla polizia municipale ai finti profughi che a giorni arriveranno in città. Al vitto, all’alloggio, alla paghetta e ai vari benefit, si aggiungeranno quindi anche biciclette, smartphone, borse, un casco, un anello, tre collane e altro.

Per quanto concerne le biciclette non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta: ce ne sono ben sette da donna (tutte di ottime marche, dalla Wheeler alla Azzurra) e addirittura dieci mountain bike, alcune delle quali sono davvero in buone condizioni (tra le marche spiccano Colnago, Sportler, Giant, Bachmann, Kona, Nord Bike eccetera).

Vox

Saranno sistemati in una zona un po’ al margine di San Michele e pertanto le bici saranno sicuramente utili per raggiungere il centro e darsi al Taharrush gamea

Nel frattempo tutti gli oggetti rinvenuti sono stati sistemati in alloggi provvisori e tra qualche giorno saranno distribuiti ai fancazzisti africani.

Il problema vero è che questi ebetonti credono in quello che fanno. Non sono in malafede, proprio non ci arrivano a comprendere il danno che stanno facendo ai loro territori e alla loro gente.