Spacca testa a Marocchino per salvare donna aggredita: arrestato Italiano

Condividi!

fact_iconE’ di tre persone ferite, di cui un marocchino (l’aggressore) ricoverato in gravi condizioni, il bilancio di una lite scoppiata alcune notti fa a Primavalle, interrotta dalle pattuglie della Polizia intervenute sul posto.

La vicenda, hanno ricostruito gli investigatori, nasce dalla richiesta di un incontro chiarificatore rivolta da un 39enne marocchino alla sua ex moglie con il quale è separato. Luogo dell’appuntamento piazza Clemente XI, dove la donna è giunta in auto e, per sicurezza, in compagnia di un amico.

Non appena l’auto si è fermata, è stata colpita da una bottiglia di birra scagliata dal 39enne marocchino, che ha sfondato il finestrino, rischiando di colpire gli occupanti.

Quando la donna è scesa dall’auto, è stata investita da una tempesta di pugni al volto sferrati dal marito, e da un’altra bottigliata: aveva la scorta, l’islamico.

A quel punto è intervenuto l’amico della donna, che è riuscito a togliere la bottiglia dalle mani all’aggressore e ha iniziato a colpirlo sulla testa. Poi è arrivata la Polizia. Purtroppo.

Ad avere la peggio è stato l’aggressore, il 39enne marocchino, che a causa dei colpi subiti è stato ricoverato in gravi condizioni, mentre gli altri due, ricorsi anche loro alle cure dei medici, sono stati refertati con alcuni giorni di prognosi.

Il salvatore, un italiano di 53enne, di Roma, è stato arrestato per tentato omicidio. Per avere difeso una donna dalla furia di un marocchino.




Lascia un commento