Bangladesh accoglie profughi, ma noi diamo Asilo in hotel ai Bangladesi

Condividi!

SCRIVE ANSA:

(ANSA) – DACCA, 13 FEB – Il Bangladesh ha avviato una indagine per determinare le dimensioni della popolazione di profughi di etnìa Rohingya provenienti dalla Birmania sul territorio nazionale e capire le circostanze che l’hanno costretta ad abbandonare quel Paese. Al riguardo il direttore del progetto governativo, Alamgir Hossain, ha detto al quotidiano The Daily Star che all’indagine seguirà un censimento per determinare l’esatto numero di Rohingya che vivono in Bangladesh e le loro condizioni socioeconomiche. A partire dal 2012 almeno 140.000 di essi sono fuggiti verso il Bangladesh, l’Indonesia e la Thailandia, rendendosi protagonisti di gravi e spesso sconosciute tragedie marittime.

In questo articolo non vogliamo affrontare il tema dell’espulsione degli islamici Rohingya dalla Birmania, verso i vicini Paesi islamici, ma ci interessa evidenziare un’altra cosa.
Se i Rohingya si rifugiano e chiedono Asilo come profughi in Bangladesh, significa che il Bangladesh è un Paese sicuro, non ricchissimo, ma sicuro. E allora per quale bizzarro motivo, se non i soldini alle coop del PD, in Italia i clandestini bangladesi vengono considerati profughi e messi in hotel?




Lascia un commento