Imola: Comune assume profughi per fare attori e guide turistiche

Condividi!

Imola (Bologna) – Dall’attore alla guida turistica, passando per l’accompagnatore di anziani e l’addetto alla manutenzione del campo da calcio. È ricco il ventaglio delle possibilità che a Imola vengono offerte ai migranti (solo ai migranti) dall’amministrazione locale.

Il Comune guidato dal Partito Democratico ha stanziato diverse migliaia di euro per fare lavorare i cosiddetti profughi come attori e guide turistiche. Quattro le associazioni cittadine che, attraverso i titolari dell’accoglienza sul territorio (Trama di Terre, Camelot, Carita$ e Fondazione Santa Caterina), hanno ottenuto il via libera a portare avanti le loro iniziative.

Noi Giovani, al cui piano hanno aderito dieci richiedenti asilo, si occuperà tra le altre cose di mettere a disposizione dei turisti «volontari che parlino la lingua inglese per migliorare la comunicazione e l’accoglienza».
L’associazione Extravagantis, che assieme a quattro richiedenti asilo metterà su un recital teatrale dal titolo ‘Sette paia di scarpe ho consumate’.

Non solo il Comune. La Regione ha regalato 50 euro per ciascun profugo (spese assicurative).




Lascia un commento