Detenuto aggredisce agente al grido “Allahu Akbar”

Condividi!

Forks – Un agente di polizia penitenziaria del carcere di Clallam Bay ha subito gravi lesioni alla testa quando il detenuto Abdinjib Ibraham, 28 anni, lo ha aggredito al grido “Allahu Akbar”.
La prigione ‘ospita’ 900 detenuti.

Breedlove era in servizio in una zona del carcere a media sicurezza quando è stato attaccato. E’ sopravvissuto ma dovrà sostenere cure lunghe per riprendersi.

Ibraham, che stava scontando per furto, guida in stato di ebbrezza e aggressione ha usato un sedile di metallo per colpirlo ripetutamente alla testa, fino a che non è stato bloccato dagli altri detenuti.




Lascia un commento