Calais: ultimatum ai clandestini

Condividi!

Il prefetto del Nord-Pas-de-Calais, Fabienne Buccio, ha annunciato lo sgombero di “circa la metà” della cosiddetta ‘Giungla’, il villaggio dei clandestini a Calais, nel nord della Francia. “E’ arrivato il momento di passare a un’altra tappa”.

“Nessuno dovrà più vivere nella parte sud del campo”, ha detto il prefetto, spiegando che “tutti devono andare via, stimiamo che ci siano 800-1000 persone in quella zona”. I clandestini, che quotidianamente attaccano camionisti e automobilisti hanno ora una settimana di tempo per lasciare la parte sud del campo. Si tratterà del secondo sgombero dall’inizio dell’anno. Non doveva neanche sorgere.




Lascia un commento