Egitto: “Non strumentalizzate morte Regeni”

Condividi!

“È importante non dare a certi ‘nemici’ l’opportunità di strumentalizzare la morte del giovane” Giulio Regeni e “minare” così “i rapporti stabili e eccellenti fra i nostri Paesi”. Così l’ambasciatore egiziano in Italia, Amr Helmy, che aggiunge: “ribadisco che le indagini saranno svolte con la massima trasparenza e collaborazione, in quanto la morte dello studente rappresenta un evento che ha colpito le istituzioni e l’opinione pubblica italiane”.

Una ragione in più per ‘strumentalizzare’.




Lascia un commento