Trenta piccoli islamici assaltano chiosco bibite: “Non puoi vendere alcol”

Condividi!

Tre uomini che vendevano alcolici in un chiosco bar, sono stati attaccati da una trentina di ragazzini e ragazzi stranieri, a Berlino. I trenta islamici, che fanno parte di una sorta di ‘milizia’ che impone l’applicazione della Sharia in alcune zone della capitale tedesca, hanno preso la struttura a sassate.

“Ogni volta, durante le pause da scuola, i ragazzini si riuniscono qui e commettono reati sulla piazza di fronte alla stazione dei treni”, racconta il 53enne venditore al giornale locale.

Il primo attacco di sera, verso le 19:30. L’uomo chiama la polizia, ma quando questa arriva, i piccoli delinquenti – per lo più ‘bambini’ – si sono dileguati.
Un’ora più tardi, verso le 20:30, tornano, con rinforzi: “Improvvisamente di fronte a noi non c’erano solo i bambini, ma un gruppo di giovani dai 14 ai 21 anni”, dice il figlio del proprietario. Il gruppo ha preso d’assalto il chiosco, perché i tre “dovevano essere puniti” visto che vendevano alcol, in violazione della sharia.

Berlino, Germania.




Lascia un commento