Premier Finlandia non ospiterà più profughi a casa sua: “Troppo pericolo”

Condividi!

Il primo ministro finlandese, Juha Sipilä, che divenne famoso l’anno scorso quando affermò nel giubilo dei media che avrebbe personalmente ospitato profughi in casa sua, ha cambiato idea. Niente richiedenti asilo a casa Sipila: per motivi di sicurezza.
Lo scorso settembre, in piena euforia da welcome refugees, Sipilä aveva annunciato che avrebbe ospitato i richiedenti asilo nella sua casa di famiglia a Kempele, nel nord della Finlandia, esortando gli altri a fare lo stesso. Ora ammette che il piano è stato abbandonato – se mai lo ha avuto – ma promette di aiutare i rifugiati in altri modi. A casa loro.

“Ho chiesto a esperti di sicurezza di valutare se sarebbe sicuro, ma non è consigliabile in questo momento”, ha detto Sipilä all’emittente televisiva finlandese. I critici hanno reagito con ironia. La Finlandia ha ‘incassato’ 32.000 richiedenti asilo lo scorso anno, contro 3.600 dell’anno precedente.




Lascia un commento