Italiani sventano attentato islamico a monastero in Kosovo

Condividi!

Un attentato islamico sventato dai militari italiani ieri sera, quando intorno alle 21 è stato bloccato un gruppo di quattro albanesi di fronte all’ingresso principale del Monastero di Decani in Kosovo, presidiato dalle forze armate italiane. La notizia giunge direttamente dai responsabili del monastero, che spiegano come i quattro uomini, tutti di etnia albanese e provenienti da diverse città del Kosovo, fossero in possesso di un Ak47 Kalashnikov con 20 colpi nel caricatore e di una pistola automatica con 16 proiettili. All’interno della loro auto, una Golf bianca, sono stati ritrovati anche volumi di letteratura islamista, mentre l’aspetto degli uomini, con i calzoni sopra le caviglie, la folta barba e il capo rasato, rappresenta il caratteristico abbigliamento Wahabita.

In Kosovo, tranne l’enclave di Mitrovica, i monasteri sono l’unica presenza cristiana in un mare islamico, dopo la secessione dalla Serbia finanziata da Ue e Usa.




Lascia un commento