Il campo nomadi abusivo? Il PD non lo sgombera, lo copre con un telo verde

Condividi!

Il mutandaro colpisce ancora. Lo scorso venerdì pomeriggio, la giunta comunale di Cinisello Balsamo (PD) ha inviato gli operai a ‘stendere un telo verde lungo la rete di cinta che costeggia un campo incolto, dove un gruppo di nomadi ha da tempo realizzato il suo accampamento con casette e baracche’.
Non eliminano i problemi, li nascondono: “Da tempo abbiamo chiesto all’amministrazione comunale di eliminare questa situazione di degrado”, hanno detto i gestori di un locale che ha appena inaugurato, ma l’amministrazione, invece, ha steso un velo.

Non è andata giù alla Lega: “Se i rom danno fastidio, a Cinisello li nascondono. Questo sa fare l’amministrazione comunale che non ha il coraggio di sgomberare un campo abusivo così grande da essere diventato un villaggio, ma di disperati”, l’attacco di Giacomo Ghilardi. Il campo sorge su un terreno privato di proprietà del gruppo di imprese che lavoreranno alla riqualificazione del centro commerciale Auchan: quell’area, ben nota al Comune e anche alle forze dell’ordine, non è mai stata sgomberata in modo definitivo.

“Conosciamo bene il fenomeno delle occupazioni da parte di nomadi in alcune aree critiche della città. Le forze dell’ordine continuano a monitorare la situazione. Il problema che si pone non è tanto lo sgombero ma quale soluzione efficace e definitiva trovare per non consentire la rioccupazione. Una soluzione che va necessariamente condivisa con i proprietari delle aree”, la risposta del primo cittadino, Siria Trezzi, alle polemiche. “Per risolvere il problema non basta allontanare con la forza le persone, occorre trovare sinergie per ridare vita a questi spazi dimessi e riqualificare il contesto”.

Che ha aggiunto, a proposito dell’area di via Menotti: “Il piano di Intervento Integrato Bettola – Auchan permetterà di riqualificare l’area con la realizzazione di nuovi servizi e insediamenti a vocazione direzionale. Siamo costantemente in contatto con la proprietà, i cantieri che saranno avviati nel corso dell’anno permetteranno di chiudere questa situazione di disperazione e degrado”.




Lascia un commento