Turchia accusa Russia: “Ha violato nostro spazio aereo, conseguenze”

Condividi!

Ankara ha accusato pochi minuti fa la Russia di aver violato ‘nuovamente’ il suo spazio aereo. Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha definito quanto successo un gesto “irresponsabile” che se ripetuto potrà avere “conseguenze” e ha richiesto, attraverso i canali diplomatici ufficiali, un incontro con il suo omologo russo Vladimir Putin.
“La Russia dovrà affrontare le conseguenze se continua con queste violazioni contro i diritti sovrani della Turchia”, ha detto Erdogan alla stampa prima di partire per l’America Latina. “Queste azioni irresponsabili non aiutano né la Russia né i rapporti tra la Nato e la Russia, nè la pace regionale e mondiale”, ha aggiunto.

La Russia ha respinto al mittente l’accusa, definendola “propaganda senza fondamento”. E’ quanto ha detto il ministero della Difesa russo, citato dall’agenzia di stampa Interfax, secondo cui l’aereo russo che volava in Siria “non ha violato lo spazio aereo turco”. Ankara ha riferito della violazione di un “aereo Su-34 appartenente alla forza aerea russa” avvenuta “alle 11.46 di venerdì”.

La Nato ha condannato la presunta violazione , invitando Mosca a comportarsi responsabilmente, evitando comportamenti “pericolosi”. Lo afferma un comunicato del segretario generale Jens Stoltenberg. Che fa onore all’onomatopea del suo cognome.




Lascia un commento