Greta e Vanessa un anno dopo: perché non hanno denunciato chi diffuse notizia sesso con terroristi?

Condividi!

L’anno scorso, in questo periodo, veniva diffusa una bufala volgare sulle due ragazze italiane rapite in Siria. Non che le due ci stessero simpatiche, ma non significa si dovessero inventare storie su di loro.

Per questo scrivemmo un articolo che da allora è stato letto 200.000 volte: LA BUFALA SUL WEB: ‘ABBIAMO FATTO SESSO CON I GUERRIGLIERI…’

Perché noi la verità la diffondiamo sempre, anche quando non ci conviene, non come i cazzari di Bufale.net e Butac.it, in servizietto permanente al PD e all’antirazzismo militante da centro sociale.

Questo detto, già allora, ma ancora di più dopo oltre un anno, siamo sorpresi da una cosa: perché le famiglie delle due ragazze non hanno denunciato chi diffuse quella storiaccia?

Pensate, le vostre figlie vengono tenute prigioniere dai tagliagole islamici, e una volta liberate qualcuno si inventa che erano, in realtà, le loro puttane. Io che scrivo, sarei andato in cerca del ‘burlone’ e non avrebbe passato delle belle giornate. Ma almeno, ci si sarebbe aspettata una denuncia da parte loro, o da parte dei genitori. Invece, a quanto ci risulta (magari c’è e non lo sappiamo), nessuna denuncia.

L’unico a finire nel tritacarne fu il senatore Gasparri, per avere rilanciato un tweet nel quale si domandava se fosse vero, cosa lecita.

E quindi ci poniamo la domanda: perché nessuna denuncia?

 




Lascia un commento