Donbass: “Virus mortale fuggito da laboratorio, 20 morti e 200 ricoverati”

Condividi!

L’agenzia di stampa del Donbass News International riporta che oltre 20 soldati ucraini sono morti e più di 200 ricoverati in ospedale per un virus mortale creato in laboratorio e chiamato “California Flu”, immune a tutti i farmaci. Il virus, sempre secondo la DNI, sarebbe “fuggito” da un laboratorio statunitense nei pressi della città di Kharkov. La notizia è di parte, quindi da prendere con le pinze, e i guanti. Il grado di affidabilità è medio.

La presenza del virus mortale in territorio ucraino è stata registrata per la prima volta il 12 gennaio: “Secondo il personale medico delle unità AFU (esercito ucraino) è stata registrata una massiccia epidemia tra il personale militare ucraino. I medici hanno individuato il virus sconosciuto, che si presenta con febbre alta e che sarebbe immune ad ogni cura. Finora, per il virus sono morti più di venti militari. Il tutto viene accuratamente nascosto”, ha denunciato (video) il vice comandante delle forze del Donbass, Basurin, in un’intervista al quotidiano nazionale. “Continuiamo a registrare nuove epidemie di infezioni respiratorie acute tra i militari ucraini”.

Dall’inizio di questa settimana, oltre 200 militari ucraini sarebbero stati accolti negli ospedali civili e militari di Kharkov e Dnepropetrovsk. L’intelligence del Donbass ha denunciato le ricerche in corso in un laboratorio privato a Shelkostantsiya, a 30 km dalla città di Kharkov, già da tempo. Esperimenti che, secondo la denuncia, coinvolgerebbero esperti militari degli Stati Uniti. “Secondo le nostre informazioni, è lì dove il micidiale ceppo influenzale californiano è sfuggito”, ha concluso Basurin.




Lascia un commento