Anche tre italiane tra delinquenti di Calais: Francia vuole rimandarcele…

Condividi!

Durante la manifestazione di sabato diverse centinaia di clandestini e delinquenti dei centri sociali hanno assaltato prima alcune case e poi un traghetto, sono stati arrestati in 35, 9 delinquenti sono attivisti del famigerato movimento pro-clandestini No Borders, quello finanziato da Soros che aveva eretto un accampamento anche a Ventimiglia, quello dello stupro.

Tra i delinquenti anche tre cittadine italiane i loro nomi sono Martina, Valentina e Ornella tutte e tre residenti in Francia per motivi di studio a spese di papi. Le tre sono state trasferite al Centro di detenzione amministrativa di Lille. Il rischio, per noi italiani, è che il governo francese decida di espellerle (giustamente) dalla Francia.

Lanciamo un appello al governo francese: tenetevele. Possibilmente in galera. L’ideale sarebbe che le mandaste in Africa. Gli italiani, tranne qualche spinellato da centro sociale, non protesteranno.




Lascia un commento