PROFUGHI AFGHANI UCCIDONO DONNA A COLTELLATE

Condividi!

A Idomeni, dove un migliaio di finti profughi sono in attesa di raggiungere le nostre città, coltellate tra un gruppo di afghani e uno di pakistani

E’ di almeno un morto e due feriti, uno dei quali in gravi condizioni, il bilancio dei disordini tra migranti di diversa origine scoppiati in mattinata al varco di confine di Idomeni-Gevgelija, tra Grecia e Macedonia: secondo quanto riferito da fonti della polizia ellenica gli aggressori, probabilmente afghani, hanno assalito un gruppo di pakistani per derubarli di denaro contante e cellulari. Una donna e’ stata cosi’ uccisa a coltellate.

Queste sono truppe di invasione armate fino ai denti, altro che ‘profughi’. Il criminale Tsipras deve smetterla di raccattare clandestini e scaricarli alla frontiera, e il criminale Erdogan, visto che usa i clandestini come truppe di islamizzazione e spada di Damocle sulla nostra testa, deve essere punito: blocco navale davanti alle coste turche.

Perché non si fa? Perché la Turchia è nella Nato.




Lascia un commento