Un altro italiano muore di freddo, a Milano: per lui niente 400 euro

Condividi!

MILANO – Ormai è un bollettino di guerra. Un altro italiano morto di freddo nella capitale economica, un senzatetto di 70 anni, trovato in fin di vita questa mattina in piazza Cinque Giornate: è morto mentre veniva trasportato in ospedale. E’ praticamente certo che il decesso sia stato causato dal freddo, anche se dovranno essere eseguiti accertamenti. Immaginate: a 70 anni a dormire per strada, mentre in hotel c’è chi sappiamo. Non è normale.

A trovarlo, due agenti del commissariato Monforte, i quali, attorno alle 7, hanno notato l’uomo immobile sotto le coperte. Si sono avvicinati e hanno capito subito che le sue condizioni erano gravissime. Hanno chiamato il 118 che lo ha trasportato d’urgenza al Policlinico, ma l’uomo – perché di uomo si tratta, e non di ‘clochard’ come amano scrivere i media di regime – è arrivato in ospedale già morto.

Antonio è uno dei tanti italiani che sono stati dimenticati da questi abusivi al governo. Per lui Pisapia non aveva 400 euro. Per lui, Alberto Sinigallia, presidente di Fondazione Progetto Arca, la onlus (ora le chiamano così) che gestisce a spese dei contribuenti italiani l’hub di smistamento clandestini alla Stazione Centrale non aveva posto: loro si occupano solo di migranti.




Un pensiero su “Un altro italiano muore di freddo, a Milano: per lui niente 400 euro”

Lascia un commento