Empoli: una pioggia milioni per i profughi, paga il contribuente

Condividi!

EMPOLI – Incredibile. Incredibile e scandaloso. Quasi un milione e 300mila euro per ‘migliorare’ l’accoglienza dei richiedenti asilo nell’Empolese Valdelsa. Con questo obiettivo l’Unione dei Comuni indice un bando per la creazione di un progetto di accoglienza all’interno del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar).

Con lo Sprar, invece, i Comuni saranno in grado di programmare meglio l’invasione. Il progetto avrà una durata di due anni e consentirà di ospitare tra i dieci e i cinquanta richiedenti asilo o rifugiati. Il finanziamento sarà interamente a carico dei contribuenti.

Chi si aggiudicherà il bando, una coop qualsiasi del PD, sarà chiamato a svolgere una serie di attività. Prima di tutto dovrà occuparsi dell’accoglienza materiale individuando strutture ricettive adeguate.
Inoltre, svolgerà un ruolo di mediazione linguistica e culturale, di orientamento e accesso ai servizi del territorio e di formazione e riqualificazione professionale. Tutto a spese del contribuente. Dovrà inoltre fare orientamento e accompagnamento all’inserimento lavorativo, abitativo, sociale e legale, oltre alla tutela psicologica, sociale e sanitaria.

Il PD non ha più banche da spolpare, ora è passato al business dei profughi.




Lascia un commento