Ungheria attacca Tsipras: “Basta traghettare clandestini”

Condividi!

La Grecia non e’ in grado di proteggere i propri confini dal flusso dei migranti e permette a centinaia di migliaia di rifugiati di entrare in Europa: e’ la critica lanciata dal ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto, in visita oggi in Bulgaria. Il ministro – come riporta ”Sofia news” – ha detto che l’Ungheria sara’ costretta a rivolgersi alla Bulgaria e all’ex Repubblica jugoslava di Macedonia se la Grecia si rifiutera’ di fermare il flusso migratorio nel paese. Quando l’Austria chiuderà i propri confini, molti dei richiedenti asilo cercheranno di continuare il loro viaggio verso l’Europa occidentale attraverso l’Ungheria o la Romania, ha detto Szijjarto.

Szijarto ha detto anche se gli immigrati cercheranno di cambiare tragitto, l’Ungheria potra’ costruire immediatamente una barriera lungo il confine con la Romania. Dato che l’Austria e la Slovenia stanno adottando misure supplementari per bloccare il transito dei migranti, Szijjarto ha richiamato l’attenzione sul rischio che essi possano cercare di raggiungere l’Europa attraverso la Grecia, la Bulgaria e la Romania. ”Cosi’ la Romania rischia di diventare una delle principali vie di transito per i migranti nel 2016. Se sara’ necessario costruire una barriera al confine con la Romania, lo faremo subito”. E Vox ne ha parlato ieri.




Lascia un commento