Profughi bloccano strada: “Vogliamo gli arretrati di stipendio da profugo”

Condividi!

GIUGLIANO – Sono furiosi i profughi – un centinaio di giovani fancazzisti africani – ospitati nel lussuoso hotel Le Chateau sulla Domiziana, in provincia di Napoli: lo stipendio da profugo, anche detto ‘pocket money’, è in ritardo, vogliono gli arretrati. Li esigono. A scendere in strada sono stati una trentina di loro che erano ospitati nel Resort San Martino all’interno della struttura Di Francia e che ora risiedono a Le Chateau.

Le violenze alle otto di questa mattina, quando gli stranieri si sono dati appuntamento fuori alla struttura alberghiera, centro di accoglienza gestito dalla cooperativa Family. Sul posto sono giunti gli agenti del Commissariato di polizia di Giugliano. Una decina di poliziotti. Invece di caricarli e rimandarli in Africa, il primo dirigente Pasquale Trocino ha promesso ai manifestanti che in breve tempo i migranti otterranno lo stipendio, arretrati compresi.




Lascia un commento