Consigliere M5S contro profughi schizzinosi: “Diamogli maiale e basta”

Condividi!

«Il M5S vuole dire la sua? O facciamo finta che tutto va bene? La soluzione per me è semplice: da domani maiale a colazione, pranzo e cena. Chi non lo gradisce può tornare da dove è venuto».

Ottima presa di posizione del Consigliere provinciale del M5S a Trento, Filippo Degasperi, sulla vicenda del centro profughi di Marco di Rovereto, dove i clandestini si sono lamentati del cibo, rifiutando uova e formaggio con sdegno.

Degasperi ha espresso la sua indignazione al riguardo su Facebook, venendo attaccato da alcuni utenti che l’hanno definito un ‘salviniano’. Degasperi ha allora riportato le dichiarazioni del leader e fondatore del MoVimento, Beppe Grillo, il quale s’è sempre schierato a favore di una politica di maggiore controllo dei flussi migratori.

«Anche Pinocchio le 3 pere le voleva sbucciate e senza torsolo. Poi quando ha avuto fame sul serio si è mangiato sia le bucce che il torsolo. Come dice Geppetto: “In questo mondo, fin da bambini, bisogna avvezzarsi abboccati e a saper mangiar di tutto, perché non si sa mai quel che ci può capitare. I casi sono tanti…”», risponde sempre su Facebook ad un cittadino.




Lascia un commento