Ragazze stuprate, sindaco preoccupato per “reazione popolare”

Condividi!

Secondo la testimonianza delle vittime, ha riferito ieri il capo della polizia Wolfgang Albers, vi era un migliaio di giovani uomini il cui aspetto faceva pensare a un’origine araba o nordafricana che si era riunito vicino alla stazione. A gruppetti di circa cinque persone, gli uomini circondavano le donne di passaggio che venivano sottoposte a pesanti molestie sessuali e derubate dei loro averi. Cinque persone sono state arrestate sul posto alle prime ore di Capodanno e la polizia si aspetta che il numero di denunce aumenti nei prossimi giorni.

Ma invece di preoccuparsi delle vittime, il sindaco Henriette Reker, accoltellata in ottobre alla vigilia delle elezioni per il suo atteggiamento a novanta gradi sull’accoglienza dei clandestini, si preoccupa dei carnefici. E della reazione dei tedeschi.

Un suo portavoce ha detto che il sindaco ha il timore che la vicenda venga “strumentalizzata da gruppi razzisti o anti migranti”.

Strumentalizzata? Hanno stuprato 35 ragazze – molte di più – e oltre 80 sono state molestate, cosa c’è da strumentalizzare, se non la totale idiozia di questi politici ormai venduti e mentalmente ridotti al livello di una ameba?




Lascia un commento